I Metodi
"Una fotografia è un segreto intorno a un segreto: più rivela e meno lascia capire."
(Diane Arbus)

Laura Perego, Psicologo Porta Romana, Milano Le fotografie sono da sempre qualcosa di caro che custodiamo gelosamente, alcune nell’album di famiglia, altre sparpagliate in una scatola o in un cassetto, le più recenti archiviate nella cartella “Foto” del computer.
L’uso delle fotografie in ambito psicologico nasce proprio da questo intenso legame delle persone con le fotografie perché le immagini possono aiutare ed essere compagne del percorso psicologico intrapreso.
Le fotografie personali del proprio album di famiglia fungono da facilitatori per parlare di sé, del proprio presente o del proprio passato che ancora agisce sul presente. Le immagini personali più simboliche e significative serviranno da guida per imparare il linguaggio del mondo interno e capirsi.


Laura Perego, Psicologo Porta Romana, Milano Si utilizza la fotografia anche nei percorsi di gruppo e con immagini di fotografi professionisti. Queste aiutano a creare legami intrapsichici e relazionali facendo del gruppo un ambiente accogliente dove sperimentare nuovi e più funzionali modi di essere in relazione con gli altri.
La fotografia è anche azione del fotografare, è un mezzo per esprimere in maniera attiva le proprie emozioni attraverso la macchina fotografica.
Le tecniche d’uso della fotografia in psicologia sono supportate dagli studi di Claudine Vacheret, Judy Weiser e Linda Berman.